Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Dipartimento Dipartimento di eccellenza Bando Progetti dipartimentali anno 2018

Bando Progetti dipartimentali anno 2018

BANDO PER PROGETTI DI RICERCA FINALIZZATA ALLA DIDATTICA DI ECCELLENZA NELL’AMBITO DEL  PROGRAMMA DIPARTIMENTO D’ECCELLENZA

Nel quadro del processo di implementazione del Programma “Dipartimento di eccellenza” recante il titolo: “Diritto e innovazione: Europa e Cina di fronte alle sfide della globalizzazione”, si prevede di finanziare 2 progetti di ricerca di carattere interdisciplinare che insistano su temi di interesse per il suddetto programma.

I progetti devono prevedere come responsabile scientifico un professore o un ricercatore del Dipartimento di Giurisprudenza e devono essere tali da offrire l’aspettativa di una ricaduta positiva sullo sviluppo della didattica di alta qualificazione e sugli indicatori della qualità della ricerca nell’ambito degli obiettivi fissati dal Dipartimento e sui quali si svolge il monitoraggio annuale.

Possono far parte del gruppo di ricerca oltre che professori e ricercatori incardinati presso il Dipartimento di Giurisprudenza anche dottorandi assegnisti e dottori di ricerca che collaborano nella ricerca presso il medesimo Dipartimento nonché anche altri professori e ricercatori di Università o di Istituzioni di ricerca Italiane o straniere.
Le spese ammissibili sono tutte quelle che possono essere usualmente imputate sui fondi di ricerca.
Il budget a disposizione per ciascun progetto sarà di 10.000 euro. I progetti avranno durata di 24 mesi a partire dalla data di approvazione del progetto. Alla conclusione del progetto, entro 30 giorni dalla data di scadenza dei 24 mesi il responsabile scientifico invierà un rendiconto finanziario e una relazione scientifica finale al Direttore del Dipartimento. Eventuali proroghe per la spesa del budget oltre il suddetto termine vanno richieste al Comitato di Governance del progetto di “Dipartimento di Eccellenza” e potranno essere motivate solo da necessità imposte dai tempi di pubblicazione dei risultati o da opportunità di disseminazione dei risultati della ricerca, non prevedibili al momento della presentazione del progetto
Uno stesso Responsabile Scientifico non può dirigere un progetto per due volte consecutive.

Si prevede di raccogliere le proposte progettuali entro il 5 novembre in modo da poter svolgere entro la fine dell’anno 2018 la selezione dei progetti finanziati.

La selezione dei progetti di ricerca si compone di due fasi.

La prima fase consiste in una verifica preliminare in ordine alla sussistenza dei requisiti richiesti, svolta a cura del UO Ricerca e Internazionalizzazione del Dipartimento che poi riferisce al Direttore del Dipartimento. Potranno accedere alla seconda fase solo quei progetti che superano tale verifica preliminare.

La seconda fase consiste nella valutazione nel merito della rilevanza scientifica del progetto in relazione alla tematica del Dipartimento di eccellenza; tale seconda verifica verrà svolta da una Commissione formata da tre esperti esterni proposti dal Comitato di Governance e designati dal Dipartimento di Giurisprudenza.


FASE 1 Valutazione preliminare
Ogni progetto deve avere le seguenti caratteristiche:

  • Qualità delle pubblicazioni:

1. Il Responsabile Scientifico deve aver conseguito nella rilevazione VTR negli ultimi tre anni (2015, 2016, 2017) un punteggio superiore alla media del Dipartimento di Giurisprudenza.
2. Il progetto deve prevedere che i risultati della ricerca, seppure in parte, siano destinati alla pubblicazione in almeno una delle seguenti forme: pubblicazione in riviste di fascia A, pubblicazione in riviste indicizzate Scopus Wos, pubblicazioni digitali online open access.

  • Interdisciplinarietà:

1. Il gruppo di ricerca del progetto deve essere composto da membri del Dipartimento di almeno tre settori scientifico disciplinari differenti e di almeno due macrosettori scientifico disciplinari differenti.
2. Il progetto deve prevedere nel corso del suo svolgimento biennale, almeno due iniziative convegnistiche e/o seminariali di taglio interdisciplinare, che coinvolgano studiosi anche di aree scientifiche diverse dall’area 12.

  • Gruppo di ricerca e network di riferimento internazionale e nazionale

Il gruppo di ricerca deve esse composto di almeno: 4 professori o ricercatori (incluso il Responsabile scientifico) incardinati nel Dipartimento di Giurisprudenza; 2 studiosi di altre Istituzioni di ricerca in Italia o all’Estero.

  • Interazione tra reti di ricerca e programma di dottorato:

Il progetto deve prevedere il coinvolgimento del Corso di dottorato in scienze giuridiche in alcune delle attività programmate.

  • Completezza della domanda: Il modulo va compilato in ogni sua parte a pena di esclusione.

 

FASE 2 Valutazione nel merito

La Commissione valutatrice esamina i progetti che hanno superato la FASE 1 sulla base dei seguenti criteri:

1. Qualità SCIENTIFICA:
- Completezza e coerenza del progetto rispetto al tema prescelto e rilevanza rispetto ai temi del progetto di dipartimento di eccellenza
- Progresso rispetto allo stato dell’arte
- Qualità ed efficacia della metodologia scientifica e del relativo work plan

2. IMPLEMENTAZIONE:
- Qualità del profilo scientifico ed esperienza del Responsabile Scientifico
- Qualità del profilo scientifico ed esperienza del gruppo di ricerca nella sua interezza (compresi la complementarietà e l’equilibrio)

3. IMPATTO:
- Contributo all’implementazione del progetto Dipartimentale di eccellenza.
- Adeguatezza delle misure previste per la disseminazione dei risultati, a livello accademico e non accademico.
- Produzione di materiale scientifico e divulgativo per il sito web del “Laboratorio di innovazione”

Il punteggio massimo per ognuno dei tre criteri è di 5 punti. Si possono attribuire punteggi con decimali. I punteggi indicano: 1 Limitato; 2. Adeguato; 3 Buono; 4 Molto buono; 5 Eccellente

La scadenza per la presentazione delle proposte progettuali è stata prorogata al 20 novembre 2018.