Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Ricerca Laboratori e centri di ricerca Centro di documentazione europea News FRONTIERE PIÙ INTELLIGENTI

FRONTIERE PIÙ INTELLIGENTI

Frontiere Intelligenti

Frontiere Intelligenti

La Commissione Europea nel 2013 ha presentato un pacchetto di proposte legislative ‘Frontiere intelligenti’ che avrebbero dovuto accelerare, facilitare e rafforzare le procedure di controllo dei viaggiatori di paesi terzi alle frontiere dell’Unione europea.

Il pacchetto comprende:

  1. Programma per viaggiatori registrati (RTP)
  2. Sistema di registrazione in ingresso/uscita (EES-Entry/Exit System)

L’Europa è una società mobile. Milioni di cittadini europei e cittadini di paesi terzi attraversano le frontiere interne ed esterne dell’area Schengen tutti i giorni. Nel 2015, più di 50 milioni di cittadini non europei hanno visitato l’Europa, infatti circa 200 milioni di persone hanno attraversato la frontiera esterna dell’area Schengen.

Oltre agli ingressi regolari però, la situazione mondiale (crisi e conflitti) ha innescato ingressi illegali. A seguito dei recenti attacchi terroristici e dei flussi migratori incontrollati nell'UE, il rafforzamento delle frontiere esterne dell'UE è stato una delle misure intese a garantire la sicurezza interna e preservare la libertà di movimento nello spazio Schengen. La Commissione europea propone pertanto di istituire un sistema automatizzato che raccoglie informazioni sui viaggiatori esentati dal visto prima del loro arrivo, al fine di determinare eventuali irregolari migrazioni, sicurezza o rischi per la salute pubblica ad essi associati.

Link:

 

PROGRAMMA DEI VIAGGIATORI REGISTRATI (RTP)

Prevede controlli semplificati per i “viaggiatori frequenti” che entrano nell’UE, resi possibili da un insieme di esami preventivi e controlli di sicurezza preliminari. L’RTP si avvarrà di controllo automatizzato alle frontiere ("porte automatiche") presso i principali valichi di frontiera, quali gli aeroporti che dispongono di questa moderna tecnologia.

Link:

EES (Entry/Exit System)

L’istituzione di un sistema di ingressi/uscite dell'UE  è ritenuta necessaria per affrontare i seguenti problemi:

  1. Abbreviare i tempi delle verifiche di frontiera e migliorare la qualità delle verifiche di  frontiera per i cittadini di paesi terzi
  2. Garantire un'individuazione sistematica e affidabile dei soggiornanti fuori termine
  3. Rafforzare la sicurezza interna e la lotta contro il terrorismo e le forme gravi di criminalità

La proposta di regolamento, già concordata informalmente con gli Stati membri, è stata approvata dal Parlamento Europeo in prima lettura, con emendamenti, il 25 ottobre 2017 con 477 voti favorevoli, 139 voti contrari e 50 astensioni. L’obiettivo perseguito è di rendere operativo l’EES dal 2020.

Link:

 

Un’altra proposta della Commissione Europea rispetto al problema delle frontiere è l’ETIAS (European Travel Information and Authorization  System): strumento che permetterà di rafforzare la sicurezza nell’UE instaurando controlli incrociati su chi oltrepassa le frontiere esterne.

È un sistema completamente elettronico che permette di conoscere le tracce dei turisti che non hanno bisogno del visto per entrare nell’area Schengen. Assomiglia, in un certo senso all’ESTA (Electronic System for Travel Authorization) che viene usato negli Stati Uniti. Le procedure legali per far passare l’ETIAS sono iniziate nel 2016, e si prevede che venga attivato entro il 2020.

La ragione principale per cui è stato approvato l’ETIAS è la sicurezza.

L’ETIAS assisterà gli Stati dell’UE e i viaggiatori in questo modo:

  • Ridurre i tempi per le procedure
  • Migliorare il controllo delle frontiere dell’UE
  • Assistere nell’individuazione di reati e terrorismo
  • Impedire immigrazioni irregolari
  • Rafforzare la politica di liberalizzazione dell’Europa.

Link:

 

AGGIORNAMENTO:

Il 20 novembre 2017, il Consiglio ha adottato il Regolamento per il Sistema Entry/Exit e il Regolamento che modifica lo Schengen Border Code in relazione al sistema di Entrata e di Uscita.

Link:

http://www.consilium.europa.eu/it/press/press-releases/2017/11/20/entry-exit-system-final-adoption-by-the-council/