Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Ricerca Laboratori e centri di ricerca Centro di documentazione europea News JEFTA, CETA, TTIP: gli accordi di libero scambio dell’UE

JEFTA, CETA, TTIP: gli accordi di libero scambio dell’UE

Accordi di libero scambio

Accordi di libero scambio

Il 6 luglio ha avuto luogo il vertice UE-Giappone a Bruxelles. È stata annunciata una cooperazione politica più stretta e un ambizioso accordo di libero scambio tra il mercato europeo e quello giapponese. I leader hanno raggiunto un’intesa di massima sugli ambiti principali, tra cui l’accesso al mercato per beni, servizi e investimenti, gli appalti pubblici, le misure non tariffarie, la protezione delle denominazioni geografiche e i diritti di proprietà intellettuale. Il dialogo con il Giappone è un esempio della determinazione dell’UE a promuovere il commercio libero. Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk ha affermato che “nonostante alcuni dicano che stia tornando il tempo dell’isolazionismo e della disintegrazione, stiamo dimostrando che non è così. Che il mondo non deve affatto tornare indietro di cento anni. Al contrario. Non è così che deve essere. Lo stiamo dimostrando con il Giappone.”

L'accordo di partenariato economico con il Giappone ha lo scopo di aumentare le esportazioni dell'UE e di creare nuove opportunità per le grandi e piccole imprese europee nonché per i consumatori. Il potenziale dell’aumento delle esportazioni dall'UE è stimato in 20 miliardi di Euro.

Un accordo di libero scambio molto più avanzato è quello con il Canada, il CETA, che è già stato approvato dal Parlamento europeo il 15 febbraio 2017. Il CETA verrà pienamente attuato quando i parlamenti di tutti gli Stati membri avranno approvato l'accordo conformemente ai rispettivi obblighi costituzionali nazionali.

Durante lo svolgimento delle negoziazioni per il CETA, gli oppositori temevano che la “protezione degli investimenti” attraverso il tradizionale meccanismo di risoluzione delle controversie investitore-Stato (ISDS) avesse tolto ai governi il diritto di legiferare nell’interesse pubblico, rendendo impossibile creare nuove leggi riguardanti la protezione dell’ambiente o dei lavoratori. Questo meccanismo è stato sostituito da un nuovo e perfezionato sistema giudiziario per la protezione degli investimenti (ICS). Il nuovo meccanismo sarà pubblico e non si fonderà su tribunali ad hoc. Siederanno nel tribunale giudici indipendenti e di carriera, nominati dall'UE e dal Canada, chiamati al rispetto dei più rigorosi principi deontologici stabiliti da un severo codice di condotta. Le procedure saranno trasparenti, grazie tra l'altro alle udienze pubbliche e alla pubblicazione dei documenti presentati durante lo svolgimento delle cause. Le disposizioni in materia di investimenti restringono il numero dei casi in cui un investitore può contestare uno Stato e non offrono alcuna protezione alle società di comodo o fittizie: hanno accesso alla tutela solo le imprese con un effettivo legame economico con le economie del Canada o dell'Unione europea. In nessun caso un soggetto pubblico potrà essere costretto a modificare un testo di legge o condannato al pagamento dei danni. La riforma dell'ICS costituisce una novità negli accordi commerciali e in molti paesi il dibattito pubblico sul tema è ancora aperto. Di conseguenza gli Stati membri, con il sostegno della Commissione, hanno scelto di escludere l'ICS dal campo di applicazione provvisoria del CETA: l'ICS sarà dunque attuato solo una volta che tutti gli Stati membri avranno completato le procedure nazionali di ratifica.

Un altro accordo di libero scambio pendente è quello con gli Stati Uniti – TTIP – che però molto probabilmente non si concluderà nei prossimi anni, dato che il nuovo presidente Donald Trump è contrario agli accordi di commercio libero, essendo dell’opinione che non siano a favore degli USA.

 

Accordi commerciali UE

Aggiornamento:

Il 25 ottobre 2017 i deputati hanno discusso dei prossimi accordi commerciali con Australia e Nuova Zelanda. Sono solo due degli accordi sui quali l’UE sta lavorando.

Stipulare nuovi accordi commerciali significa creare nuove opportunità per le aziende europee e quindi creare nuovi posti di lavoro, ampliare la scelta per i consumatori e abbassare i prezzi.

Si sta discutendo anche sul TISA, l’accordo sugli scambi di servizi tra i 23 membri dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC), di cui fa parte anche l’UE.

Link:

http://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/world/20161014STO47381/accordi-commerciali-cosa-sta-facendo-l-ue

Accordi in fase di negoziazione:

http://www.europarl.europa.eu/resources/library/images/20171024PHT86714/20171024PHT86714-cl.jpg

Accordi in vigore e quelli in attesa di firma:

http://www.europarl.europa.eu/resources/library/images/20171024PHT86738/20171024PHT86738-cl.jpg

TISA:

http://ec.europa.eu/trade/policy/in-focus/tisa/index_it.htm

http://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/world/20160201STO12242/tisa-le-raccomandazioni-del-parlamento

 

Notizie recenti:

Il 21 Settembre 2017 è entrato provvisoriamente in vigore l’accordo economico commerciale e globale tra l’UE e il Canada.

https://ec.europa.eu/italy/news/20170920_entrata_in_vigore_accordo_ceta_it

https://ec.europa.eu/commission/news/stronger-and-more-integrated-european-financial-supervision-2017-sep-20_it

http://trade.ec.europa.eu/doclib/docs/2017/september/tradoc_156056.pdf

http://trade.ec.europa.eu/doclib/docs/2017/september/tradoc_156059.pdf

http://trade.ec.europa.eu/doclib/docs/2017/september/tradoc_156060.pdf

 

L’impatto del CETA in Italia:

http://trade.ec.europa.eu/doclib/docs/2017/february/tradoc_155349.pdf

http://ec.europa.eu/trade/policy/in-focus/ceta/ceta-in-your-town/italy_en.htm

‘CETA nella tua città’, mappa interattiva delle aziende che esportano in Canada:

http://ec.europa.eu/trade/policy/in-focus/ceta/ceta-in-your-town/

 

Approfondimenti:

 

JEFTA

http://www.consilium.europa.eu/it/meetings/international-summit/2017/07/06/

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-17-1902_it.htm

http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-17-1903_it.htm

http://www.consilium.europa.eu/en/press/press-releases/2017/07/06-eu-japan-summit-statement/

http://ec.europa.eu/trade/policy/countries-and-regions/countries/japan/

http://ec.europa.eu/trade/policy/in-focus/eu-japan-economic-partnership-agreement/agreement-explained/index_it.htm

http://www.europarl.europa.eu/news/en/press-room/20170705IPR79035/inta-chair-and-ep-standing-rapporteur-welcome-eu-japan-agreement

EU-Japan EPA – The Agreement in Principle

 

CETA

http://ec.europa.eu/trade/policy/in-focus/ceta/index_it.htm

http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-17-271_it.htm

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-16-399_en.htm

http://trade.ec.europa.eu/doclib/docs/2014/september/tradoc_152806.pdf

http://ec.europa.eu/trade/policy/in-focus/ceta/ceta-chapter-by-chapter/

 

TTIP

https://ec.europa.eu/commission/priorities/balanced-eu-us-free-trade-agreement_it

http://trade.ec.europa.eu/doclib/docs/2017/march/tradoc_155462.pdf

 

EU – commercio mondiale

https://ec.europa.eu/commission/sites/beta-political/files/2-years-on-trade_en_0.pdf

http://trade.ec.europa.eu/doclib/docs/2013/may/tradoc_151348.pdf

http://trade.ec.europa.eu/consultations/index.cfm