Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Ricerca Laboratori e centri di ricerca Centro di documentazione europea News JEFTA: L’UE e il Giappone firmano uno storico accordo commerciale

JEFTA: L’UE e il Giappone firmano uno storico accordo commerciale

JEFTA

JEFTA

L’accordo di libero scambio con il Giappone era stato annunciato il 6 luglio 2017, al vertice UE-Giappone a Bruxelles, e i negoziati si sono conclusi l’8 dicembre. Il 17 luglio 2018, il trattato è stato firmato ufficialmente durante una cerimonia a Tokyo.

L’UE e il Giappone hanno un proficuo e reciproco rapporto di esportazione merci: nel 2015, le imprese dell’UE hanno esportato in Giappone prodotti per 58 miliardi di euro, e servizi per 28 miliardi. Tuttavia, ci sono alcune barriere commerciali, come i dazi doganali giapponesi, e normative di difficile applicazione. Il patto consentirà di ridurre o eliminare le barriere. Inoltre, l’accordo:

-consentirà al Giappone di riconoscere 200 specialità europee certificate.

-introdurrà regole giuridiche rigorose per la tutela dei lavoratori e dell’ambiente.

-aprirà il mercato giapponese dei servizi alle imprese UE.

-determinerà una crescita delle tecnologie verdi.

-contribuirà all’elaborazione di norme e standard chi garantiranno un commercio globale libero ed equo.

-contribuirà a creare posti di lavoro nell’Ue.

D’altra parte, la campagna Stop TTIP/Stop CETA ha sintetizzato le principali criticità del JEFTA: il trattato proteggerà solo 8 indicazioni geografiche italiane agroalimentari e 28 vini e alcolici, su un totale di 205. Il JEFTA limiterebbe anche la capacità dell'UE di controllare le importazioni giapponesi di alimenti e mangimi (articolo 6.7.4), nonostante il Giappone abbia già commesso consistenti infrazioni alle normative anti-ogm (organismi geneticamente modificati). Inoltre, il capitolo sull’e-commerce (8) è stato criticato per le regole che limitano la capacità di regolare i flussi di dati, mentre il capitolo 16, intitolato “Sviluppo sostenibile e lavoro”, è stato giudicato come “più debole di quello del CETA”. Il trattato è stato anche criticato per essere stato negoziato “nella più completa opacità”, e in Italia, l’Intergruppo Parlamentare No CETA, aveva chiesto al Vice presidente del Consiglio e Ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, di intervenire al fine di sospenderne la firma da parte dell’Unione europea.

Schede informative sull’accordo: http://trade.ec.europa.eu/doclib/press/index.cfm?id=1697

Capitoli concordati e documenti negoziali:http://trade.ec.europa.eu/doclib/press/index.cfm?id=1684

Ulteriori informazioni sull'accordo di partenariato economico UE-Giappone: http://ec.europa.eu/trade/policy/in-focus/eu-japan-economic-partnership-agreement/

Ulteriori informazioni sulle relazioni commerciali tra l'UE e il Giappone: http://ec.europa.eu/trade/policy/countries-and-regions/countries/japan/

Video esplicativo:  http://www.euronews.com/2018/07/09/japan-eu-economic-partnership-agreement-epa-why-the-agreement-is-a-big-deal

EU-Japan Trade in your town: http://ec.europa.eu/trade/policy/in-focus/eu-japan-economic-partnership-agreement/eu-japan-in-your-town/

http://www.eunews.it/2018/07/11/commercio-parlamentari-italiani-insorgono-laccordo-ue-giappone/107665

http://it.euronews.com/2018/07/16/ue-giappone-accordo-commerciale-contro-i-dazi

Le critiche all’accordo:

https://stop-ttip-italia.net/2018/07/10/firma-italia-jefta-fonti-222/

https://corporateeurope.org/international-trade/2017/09/welcome-jefta

https://www.greenme.it/informarsi/ambiente/28279-jfeta-accordo-europa-giappone-firma

https://www.politico.eu/article/trade-deals-beware-the-acronym/