Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Ricerca Laboratori e centri di ricerca Centro di documentazione europea News Pacchetto di allargamento dell'UE 2019

Pacchetto di allargamento dell'UE 2019

allargamento UE

allargamento UE

Ogni anno la Commissione adotta il suo "pacchetto di allargamento", che contiene una serie di documenti che spiegano la politica di allargamento dell'UE. Questo pacchetto comprende una comunicazione sull'allargamento che definisce la via da seguire e fa il punto della situazione nei paesi candidati e in quelli dei potenziali candidati. Inoltre, il pacchetto contiene le relazioni nelle quali gli uffici della Commissione presentano la loro valutazione dettagliata della situazione attuale in ciascun paese candidato e candidato potenziale e di cosa è stato conseguito nell'ultimo anno, stabilisce inoltre linee guida sulle priorità di riforma.

Questo pacchetto trasmette una serie di messaggi importanti, non solo ai partner dell'UE ma anche ai paesi membri dell'UE. Sottolinea la necessità per l'UE di adempiere ai propri impegni e concedere crediti a coloro che dimostrano di meritarli. L'Unione Europea è a un bivio, poiché ci sono pressioni politiche per l’allargamento dell’Unione e pressioni politiche contrarie. Se il processo di allargamento è basato sul merito, ed il merito è riconosciuto, allora l’adesione dovrebbe essere consentita.

Quest'anno per la seconda volta la Commissione raccomanda di opporsi ai negoziati con l'Albania e la Macedonia del Nord. Raccomandazione basata su solide valutazioni secondo i rapporti. l’Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza ha affermato che questi paesi hanno svolto la loro parte di lavoro e ora l'Unione europea dovrebbe compiere la sua parte. Ora la palla è passata al Consiglio europeo.

La Turchia, che rimane un paese candidato, è un partner molto importante e un vicino strategicamente rilevante per l'Unione europea, data anche la sua vicinanza a un Medio Oriente molto instabile, e la cui stabilità è una priorità chiave per entrambe le parti.

La Commissione sottolinea l'importanza di avere relazioni di buon vicinato e di evitare tensioni nel Mediterraneo orientale.

Il mancato riconoscimento di progressi oggettivi danneggerebbe la credibilità dell'Unione europea in tutta la regione e oltre. In particolare, non premiare risultati storici e riforme sostanziali comprometterebbe seriamente la stabilità e scoraggerebbe ulteriori riforme. In particolare, si introduce un elemento di delusione, soprattutto tra i giovani che sostengono sia la prospettiva europea dei loro paesi sia l'UE in quanto tale.

Negli anni passati si pensava che risultati nei Balcani occidentali fossero completamente impossibili da raggiungere. Ora, le cose sono cambiate, grazie a un lavoro collettivo sviluppato a Bruxelles e nei Balcani, e anche grazie a una nuova generazione di leader nella regione. Oggi, la responsabilità dell'UE è quella di rendere irreversibili questi cambiamenti, a beneficio della regione, ma anche dell'Unione europea.

Politica europea di vicinato e negoziati per l'allargamento:

Paesi Candidati (Ancora in negoziazione - o in attesa di iniziare i negoziati per l’adesione):

Albania

Macedonia del Nord

Montenegro

Serbia

Turchia

Potenziali candidati (È stata loro promessa la possibilità di aderire quando saranno pronti):

Bosnia ed Erzegovina

Kosovo

 

Maggiori Informazioni:

- Remarks by High Representative/Vice-President Federica Mogherini at the joint press conference on the adoption of the 2019 Enlargement Package

- EU enlargement package

- 2019 Communication on EU Enlargement Policy

- Check current status

- Strategia per i Balcani occidentali: l'UE stabilisce nuove iniziative faro e il sostegno alla regione sulla base delle riforme

- Allargamento dell'UE

Locandina