Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Ricerca Laboratori e centri di ricerca Centro di documentazione europea News Principali risultati Consiglio europeo, 20-21.6.2019

Principali risultati Consiglio europeo, 20-21.6.2019

Consiglio europeo

Consiglio europeo

Consiglio europeo si è riunito il 20 e il 21 giugno 2019, ed ha adottato la nuova agenda strategica dell'Unione europea per gli anni 2019-2024. Inoltre diversi temi pertinenti sono stati sviluppati e discussi. Si possono evidenziare in particolare i seguenti punti:

-Candidati: le nomine alle massime cariche dell'UE sono state deliberate, ma si concretizzeranno nel prossimo vertice che ci sarà il prossimo 30 giugno. Per le nomine si è tenuto conto della necessità di rispettare la diversità geografica e demografica dell'Unione e dei suoi Stati membri.

Saranno eletti: il Presidente del Consiglio europeo, il Presidente della Commissione europea, l’Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza e il Presidente della Banca centrale europea.

-Quadro finanziario pluriennale (QFP): La presidenza rumena uscente ha ottenuto le congratulazioni del Consiglio per il lavoro svolto e la nuova presidenza finlandese è lieta di proseguire i negoziati sul pacchetto QFP per il 2021-2027.

- Cambiamenti climatici: l'azione globale deve essere intensificata di fronte ai gravi effetti del cambiamento climatico e l'UE deve unire gli sforzi per raggiungere gli obiettivi dell'accordo di Parigi in vista del vertice sull'azione sul clima delle Nazioni Unite del 23 settembre 2019.

La transizione verso un'UE neutrale dal punto di vista climatico entro il 2050 richiederà una spinta da parte del Consiglio e della Commissione.

- Disinformazione: Dopo le ultime elezioni europee, è necessario fare di più per sensibilizzare l'opinione pubblica, aumentare il volume delle informazioni corrette circolanti e rafforzare la resilienza di fronte alla disinformazione.

I leader dell'UE hanno accolto con favore la recente adozione di un nuovo regime di sanzioni volto a combattere gli attacchi informatici e sottolineano l'importanza di proteggere meglio le reti di informazione e comunicazione dell'UE e i suoi processi decisionali contro le attività dolose.

- Relazioni esterne: il Consiglio europeo ha discusso gli ultimi sviluppi e la situazione nell'Ucraina orientale e nel Mar d'Azov. I leader dell'UE hanno concordato all'unanimità di estendere le sanzioni economiche imposte alla Russia per altri sei mesi e hanno chiesto l'attuazione degli accordi di Minsk.

In relazione alla Libia, i capi di Stato e di governo hanno affermato che la pace e la stabilità a lungo termine di questo paese sono una priorità condivisa e sostengono il processo delle Nazioni Unite.

Il Consiglio europeo ha chiesto alla Turchia di astenersi da trivellazioni illegali nel Mar Mediterraneo orientale, e in particolare nel territorio cipriota. L'UE monitorerà l'evoluzione della situazione ed è pienamente solidale con Cipro.

I leader dell'UE hanno sottolineato l'importanza del partenariato orientale e del partenariato strategico con l'Africa. Allo stesso modo, il trasferimento pacifico del potere nella Repubblica di Moldova sarà attentamente monitorato per impedire che si ripresenti la crisi che il paese ha dovuto affrontare negli ultimi mesi.

-Allargamento dell’UE: Il Consiglio europeo ha approvato le conclusioni adottate dal Consiglio il 18 giugno 2019, in particolare relativamente alla politica di allargamento dell'UE, che prevede di accogliere nell’Unione Montenegro, Serbia e Turchia e al processo di stabilizzazione e associazione tra l'UE e i Balcani occidentali, in particolare la Repubblica di Macedonia del Nord, l'Albania, la Bosnia-Erzegovina e il Kosovo.

Articoli correlati CDE - Pacchetto di allargamento dell'UE 2019

-Semestre Europeo: Nell'ambito del semestre europeo, il Consiglio europeo ha discusso le raccomandazioni specifiche per ciascun paese.

-Vertice dell'Euro: I leader hanno esaminato il lavoro svolto dall'Eurogruppo in termini di approfondimento dell'Unione Economica e Monetaria (UEM), in particolare in relazione a: lo strumento di bilancio di convergenza e competitività per l'area dell'euro (BICC), l'introduzione di emendamenti al trattato che istituisce il meccanismo europeo di stabilità (MES), e il rafforzamento dell'unione bancaria.

Brexit

La questione Brexit è stata brevemente affrontata. Si intende evitare una Brexit disordinata e stabilire uno stretto rapporto con il Regno Unito per il futuro.

Articoli correlati CDE - Brexit: Situazione attuale

 

Maggiori informazioni:

-          Documenti finali (Testo in inglese)

-          Consiglio europeo, 20-21.6.2019

-          Una nuova agenda strategica 2019-2024

-          Processo di designazione dei nuovi vertici delle istituzioni dell'UE nel 2019

-          Quadro finanziario pluriennale 2021-2027: negoziati

-          Affrontare i cambiamenti climatici nell'UE

-          Relazione sull'attuazione del piano d'azione contro la disinformazione (SEAE) (Testo in inglese)

-          Quadro finanziario pluriennale 2021-2027: negoziati

-          Semestre europeo

-          Dichiarazione del Vertice euro, 21 giugno 2019

-          Brexit

Locandina