Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Ricerca Laboratori e centri di ricerca Centro di documentazione europea News Risultati delle elezioni europee 2019

Risultati delle elezioni europee 2019

UE

UE

L'elettorato europeo ha detto la sua. Ora è chiaro che gli elettori hanno parlato contro il cuore tradizionale della politica europea. Tutti vogliono cambiare l'Europa; la lotta per la nuova Europa, in Parlamento e per le strade.

Questa tendenza ha dato ai principali partiti tedeschi i peggiori risultati elettorali di tutta l’Unione, si rafforza l'estrema destra europea in Francia, Marine le Pen ha battuto il partito del presidente francese. L'ungherese Victor Orban ha dichiarato che la questione della migrazione deve essere valutata in un modo diverso, quindi l'UE deve riorganizzare lo spettro politico e i partiti tradizionali non avranno la possibilità di svolgere lo stesso ruolo che hanno svolto negli anni passati.

Il candidato nella lista dei Socialisti e Democratici, Frans Timmermmans, prende atto amaramente dei risultati poiché il suo partito ha perso più di 30 seggi e sottolinea la necessità di cooperazione con i progressisti come i Verdi e i liberali ADLE.

Nonostante le forti perdite, il Partito popolare europeo di centrodestra è ancora il singolo gruppo più grande. I due blocchi populisti di destra hanno guadagnato terreno a Bruxelles.

Gli elettori non hanno votato per i partiti tradizionali, in alcuni paesi ci sono rilevati numeri da record. Oltre il 50% degli elettori idonei ha invertito la tendenza all'apatia nelle elezioni del Parlamento europeo ed è uscito per esprimere il proprio voto. Questo è un fatto che non può essere ignorato dai più grandi partiti politici.

Chi ha beneficiato di questo risultato sono stati i Verdi a sinistra e i partiti nazionalisti di estrema destra, gli elettori hanno dato loro il potere di prendere parte alle decisioni accanto ai maggiori gruppi politici. Dopo questa frammentazione nelle elezioni del 2019, i partiti tradizionali, il Partito popolare europeo e i Socialisti e Democratici non possono più governare da soli. Questi due maggiori gruppi politici dovranno allearsi con i Verdi e i liberali, se non vogliono lavorare con i partiti populisti (anti-UE, euro scettici), senza spirito europeo e senza fede nel progetto di un’Europa unita.

Nel Regno Unito il partito conservatore ha avuto un successo enorme, il partito di Boris Johnson, che è il potenziale leader del partito e primo ministro, sostiene che la Brexit ci sarà con o senza un accordo con l’UE.

Il partito al governo è finito in quinta posizione e anche il partito laburista ha sofferto in quanto ha perso voti a favore del partito per la Brexit, il partito di Nigel Farage, che è stato istituito ufficialmente solo sei settimane prima delle elezioni. Mentre i democratici liberali hanno guadagnato posizioni perché vogliono rimanere nell'UE. Tutto questo mostra che il Regno Unito è ancora diviso sulla Brexit.

In Italia, Matteo Salvini dopo la vittoria nazionale del partito della Lega ha affermato che il nazionalismo ora è abbastanza forte a livello europeo ed è in grado di sostenere il progetto di costruzione di un'alleanza di partiti nazionalisti nel nuovo parlamento europeo. L'impatto a livello nazionale è stato grande.

parliamentary results

Fonte: Bloomberg Graphics

 

parliament

Fonte: Parlamento Europeo

 

 

Maggiori informazioni:

Risultati delle elezioni europee del 2019