Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Ricerca Laboratori e centri di ricerca Centro di documentazione europea News Sanzioni Usa all’Iran, l’UE attiva il c.d. “blocking statute”

Sanzioni Usa all’Iran, l’UE attiva il c.d. “blocking statute”

Federica Mogherini e Mohamad Javad Zarif

Federica Mogherini e Mohamad Javad Zarif

Il 7 agosto, Donald Trump ha annunciato la reintroduzione delle sanzioni contro l'Iran in un tweet: “Chiunque faccia affari con l’Iran NON farà affari con gli Stati Uniti”. Dopo questa affermazione, l’Alto Rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza dell’UE, Federica Mogherini, e i Ministri degli Esteri di Francia, Germania e Gran Bretagna, hanno condannato “fermamente” la reintroduzione delle sanzioni, in seguito al ritiro dall'accordo sul nucleare. Nel comunicato congiunto di Federica Mogherini, Jean-Yves Le Drian, Heiko Maas e Jeremy Hunt, si legge che l’accordo “sta funzionando e sta realizzando il suo obiettivo”, e che preservarlo è una questione “di rispetto degli accordi internazionali e di sicurezza”.

Le sanzioni americane potrebbero danneggiare le aziende europee che dopo la firma dell’accordo hanno iniziato ad investire nel paese. Infatti, la Commissione europea ha già riattivato il c.d. “blocking statute”, un regolamento adottato nel 1996 e integrato da ultimo con un regolamento delegato del 6 giugno 2018 e con un regolamento di esecuzione del 3 agosto 2018, che prevede una serie di misure atte a consentire alle società europee di ignorare le sanzioni statunitensi senza essere penalizzate. Il portavoce della Commissione europea, Mina Andreeva, ha detto che gli operatori dell’UE sono liberi di “scegliere se iniziare a lavorare, continuare o smettere di fare affari in Iran, se entrare in un settore economico in base alle loro valutazioni della situazione economica”. Tuttavia, diversi esperti ritengono che le misure adottate dall’Unione Europea non siano sufficienti e che le sanzioni finiranno per danneggiare diversi operatori economici europei.

Per saperne di più:

Comunicato stampa della Commissione europea: http://europa.eu/rapid/press-release_IP-18-4805_it.htm

Scheda informativa (Domande e risposte): http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-18-4786_it.htm

Joint statement by High Representative Federica Mogherini and Foreign Ministers of E3 (France, the United Kingdom): https://eeas.europa.eu/headquarters/headquarters-homepage/49141/joint-statement-re-imposition-us-sanctions-due-its-withdrawal-joint-comprehensive-plan-action_en

Informazione sul “Blocking Statute”: http://ec.europa.eu/dgs/fpi/what-we-do/blocking_statute_en.htm

http://it.euronews.com/2018/08/06/iran-dal-7-agosto-in-vigore-lo-statuto-di-blocco-della-ue-contro-le-sanzioni-americane

https://www.politico.eu/article/federica-mogherini-europe-vows-to-fight-for-iran-deal-as-us-donald-trump-renews-sanctions/

https://euobserver.com/foreign/142530

https://www.euractiv.com/section/global-europe/news/eu-tries-to-soften-impact-of-us-sanctions-against-iran-as-they-re-enter-into-force/

http://www.ilsole24ore.com/art/mondo/2018-08-07/sanzioni-usa-all-iran-scudo-ue-non-basta-proteggere-aziende-europee--115527.shtml?uuid=AE8QpnXF&fromSearch

Aggiornamento:

L’Unione europea ha disposto lo stanziamento di 18 milioni di euro in aiuti per sostenere lo sviluppo economico dell’Iran, e mantenere l’accordo sul nucleare. Questo primo pacchetto di aiuti da 18 milioni fa parte di un progetto dall'importo complessivo di 50 milioni di euro, che consolida la cooperazione tra l’Unione europea e l’Iran a seguito della conclusione del Piano d’azione globale congiunto (Jcpoa), abbandonato unilateralmente dagli Stati Uniti lo scorso maggio. Dei 18 milioni, 8 andranno alle piccole e medie imprese (PMI) iraniane ad alto potenziale, allo sviluppo di specifiche catene di valore e all’assistenza tecnica all’Organizzazione iraniana per la promozione del commercio. Altri 8 milioni serviranno per rispondere alle sfide climatico-ambientali, mentre gli ultimi 2 saranno destinati alla lotta contro la produzione e l’uso di droghe. “Dalla ripresa delle relazioni UE-Iran quale risultato dell’accordo nucleare iraniano, la cooperazione bilaterale si è sviluppata in molti settori”, ha detto l’Alto rappresentante per la politica estera e la sicurezza dell’UE, Federica Mogherini. “Ci impegniamo a sostenerla, e questo nuovo pacchetto amplierà le relazioni economiche e settoriali in settori che sono di beneficio diretto per i nostri cittadini”. Tuttavia, gli Stati Uniti hanno criticato lo stanziamento di fondi UE, e sostengono che i fondi saranno utilizzati per espandere le attività terroristiche.

 

Joint statement by the High Representative/Vice-President of the European Union, Federica Mogherini and the Minister of Foreign Affairs of the Islamic Republic of Iran, Javad Zarif, 16 April 2016

Statement from the Joint Commission of the Joint Comprehensive Plan of Action, 6 July 2018

Joint statement on the re-imposition of US sanctions due to its withdrawal from the Joint Comprehensive Plan of Action (JCPOA), 6 August 2018

Press release: Updated Blocking Statute in support of Iran nuclear deal enters into force

http://www.eunews.it/2018/08/24/nucleare-iraniano-dallue-pacchetto-aiuti-18-milioni-teheran/108261

http://www.asianews.it/notizie-it/DallUe-18-milioni-di-euro-in-aiuti-alleconomia-iraniana,-colpita-dalle-sanzioni-Usa-44762.html